GP Argentina: settimo

Home / News / GP Argentina: settimo
admin | 19 marzo 2017

E’ stato un fine settimana difficile
per Tony Cairoli quello appena trascorso in Argentina, su una pista che ama molto e che lo ha visto terminare sul podio in entrambe le edizioni precedenti. Il pilota del team Red Bull KTM Factory Racing è arrivato nell’assolata Patagonia per il terzo round della MXGP con la tabella rossa sulla sua KTM 450 SX-F ed è riuscito a terminare la gara di qualifica del sabato in terza posizione, dopo prove travagliate. In gara uno l’otto volte Campione del Mondo è scattato bene dal cancello ma un contatto fisico con un rivale gli ha di fatto tolto la possibilità di girare davanti alla prima curva, passando invece molto attardato. Il siciliano ha però recuperato velocemente, guadagnando posizioni su posizioni in poche curve, fino ad entrare nella top ten, cadendo però nel corso dello stesso primo giro, a causa di un contatto con la ruota posteriore di un avversario che lo precedeva. Ripartito ultimissimo, Tony è riuscito a rimontare fino alla nona posizione, cercando di guadagnare più punti possibili. Alla partenza di gara due le cose sono andate ancora peggio che nella prima e partito praticamente ultimo, si è messo a spingere per recuperare velocemente posizioni. Purtroppo però Cairoli ha toccato nuovamente il suolo vulcanico argentino, commettendo un errore quando era undicesimo e ripartendo attorno alla ventesima posizione. La rimonta è stata a questo punto furiosa e facendo segnare giri veloci su giri veloci è riuscito a passare sotto la bandiera a scacchi in quinta posizione, per un settimo posto di giornata che gli vale 28 punti. Antonio è ora secondo in classifica iridata, con 96 punti, a dieci lunghezze dalla testa. Prossimo Gran Premio tra 14 giorni in Messico, sulla pista di Leon.

Antonio Cairoli: “Purtroppo il fine settimana è stato piuttosto difficile per noi, sopratutto a causa delle brutte partenze. Su una pista come questa, dove i piloti hanno una velocità molto simile tra loro, è difficile fare la differenza. Quindi, se parti male, devi prendere un po’ di rischi per passare gli altri piloti ed è esattamente quello che è successo oggi. Ho avuto due partenze difficili ed ho dovuto rimontare dal fondo due volte, ho commesso due errori e sono caduto due volte. In gara uno sono caduto nel corso del primo giro e da ultimo ho rimontato uno alla nona posizione finale, facendo del mio meglio, perché la velocità era piuttosto simile per tutti e sorpassare non era facile. In gara due sono caduto durante il terzo giro, mentre ero undicesimo in rimonta e mi sono ritrovato ventesimo, riuscendo a recuperare fino al quinto posto, con un ottima velocità e facendo segnare il giro più veloce. E’ davvero un peccato, perché qui tutto sarebbe potuto andare meglio, mi sentivo bene su questa pista e le mie condizioni fisiche erano ottime, quindi avrei dovuto raccogliere di più. Sono deluso, perché questa sarebbe potuta essere un’altra doppietta, come in Qatar, visto che la mia velocità era ottima e che ero in condizione di spingere dall’inizio alla fine. Il campionato è ancora molto lungo, abbiamo molte gare davanti a noi e tempo per riprendere la testa della classifica. Voglio ringraziare tutti i tifosi che mi hanno accolto alla grande e che tifavano per me facendomi sentire a casa.”

Gara 1
1-T.Gajser 2-J.Van Horebeek 3-C.Desalle 4-R.Febvre 9-A.Cairoli

Gara 2
1-T.Gajser 2-E.Bobryshev 3-J.Van Horebeek 4-G.Paulin 5-A.Cairoli

Classifica di Gran Premio
1-T.Gajser 50p. 2-J.Van Horebeek 42p. 3-E.Bobryshev 38p. 4-G.Paulin 33p. 7-A.Cairoli 28p.

Campionato
1-T.Gajser 106p. 2-A.Cairoli 96p. 3-C.Desalle 91p. 4-J.Van Horebeek 84p. 5-E.Bobryshev 82p.

Prossimo Gran Premio: Messico, Leon 02/04/2017

sp
Facebook RSS Feed Twitter YouTube